Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


09/21/2018
HomePescaraCronaca PescaraElice (PE), padre e figlia agli arresti dopo una rapina in banca

Elice (PE), padre e figlia agli arresti dopo una rapina in banca

Hanno rapinato la BCC di Elice il 31 agosto scorso: arrestati padre e figlia dopo una lunga serie di indagini.

Arrestati dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Pescara i due pregiudicati che il 31 agosto scorso hanno messo in atto una rapina in banca, precisamente alla BCC di Elice, portando via un ingente bottino di ben 25 mila euro. I due sono padre e figlia, panettieri entrambi pregiudicati per altre rapine. Sarebbe lui, A. T., 53enne di Città Sant’Angelo, l’ideatore della rapina, mentre la figlia, R. T., 32enne di Cappelle sul Tavo, sembrerebbe essere l’unica complice.

L’uomo, armato e incappucciato, la mattina del 31 agosto si è diretto presso la filiale di Elice della BCC di Castiglione Messer Raimondo, con tanto di calza di nylon per coprirsi il volto. L’errore fatale che li ha compromessi (nonostante tutte le precauzioni adottate) è stato commesso dalla figlia, che non aveva messo in conto la presenza di telecamere di videosorveglianza. La sua auto, una Renault Kangoo bianca, è stata filmata nei pressi della Banca prima e dopo la rapina.

I Carabinieri di Pescara continuano ad investigare sulla coppia, accusata anche di altri reati. L’uomo si trova attualmente in carcere, mentre sua figlia agli arresti domiciliari. Dovranno rispondere dell’accusa di rapina a mano armata.

Nessun Commento

Inserisci un commento