Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


01/18/2018
HomeCalcioTeramo-Mestre 2-0: il Diavolo si regala un ottimo Natale

Teramo-Mestre 2-0: il Diavolo si regala un ottimo Natale

Il 2017 del Teramo si chiude con il botto. I biancorossi battono 2-0 il Mestre, conquistano tre punti molto importante in chiave salvezza e salgono a quota 21 in classifica. Una bella boccata di ossigeno quindi per la truppa allestita dal patron Campitelli che si approccia nel migliore dei modi alla lunga pausa invernale.

Nel turno in programma il prossimo 29 dicembre il Diavolo riposerà. I biancorossi quindi torneranno in campo solo tra un mese, il 20 gennaio 2018: in quella data al “Bonolis” arriverà il blasonato Vicenza. La cronaca. Prima del via non si registrano novità di formazione nel Teramo. Mister Asta conferma le indicazioni della vigilia e si affida al 3-5-2. In avanti gioca il tandem composto da Tulli e Bacio Terracino, mentre a centrocampo c’è Graziano che viene preferito ad Amadio: il regista, non al meglio della panchina, si accomoda inizialmente in panchina. Dal canto suo il Mestre irrobustisce il centrocampo e lascia il compito di creare pericoli agli attaccanti Spagnoli e Neto Pereira. Ma la partita di quest’ultimo dura poco: un problema alla caviglia lo costringe infatti ad alzare bandiera bianca dopo appena 19 minuti (al suo posto viene inserito Sottovia). Anche a causa delle scelte tattiche operate dagli arancioneri ospiti, il primo tempo è bloccato e fa registrare solo tre occasioni da rete. Al 26′ la sventola di Tulli è centrale, Favaro para comodamente. Al 38′ l’incornata di Speranza si perde di poco sopra la traversa. La risposta mestrina arriva al 48′ ed è affidata a Stefanelli e Rubbo. Ma in entrambe le circostanze Lewandowski fa buona guardia. All’intervallo quindi è 0-0. Durante il riposo mister Asta decide di cambiare e inserisce Barbuti nel tentativo di dare più fisicità al reparto d’attacco. A rimanere negli spogliatoi è un impalpabile Tulli. Al 7′ proprio il neo-entrato protesta per una presunta trattenuta in area ai suoi danni, ma l’arbitro lascia correre. Un giro di lancette più tardi si fa vedere il Mestre. Sottovia crea scompiglio dalle parti di Lewandowski, ma la retroguardia biancorossa si salva alla meno peggio. Per sbloccare il punteggio serve un episodio, e l’episodio arriva allo scoccare del 19′ minuto. Sugli sviluppi di un corner dalla destra battuto da Bacio Terracino, Barbuti fa la torre per Caidi (nella foto) che, all’altezza del secondo palo, in estirada, spinge il pallone alle spalle di Favaro. Incassato il gol, mister Zironelli si gioca il tutto per tutto e passa al 3-4-3. Il Mestre alza i giri del motore e aggredisce la porta biancorossa. Pur spingendo, i veneti creano un solo pericolo: al 25′ Sottovia spara centralmente, Lewandowski respinge con i pugni. Là dietro però le maglie difensive arancio-neri si allargano inevitabilmente. Questo favorisce il contropiede del Diavolo che nel finale di gara trova il gol della tranquillità. Minuto 39′, Barbuti con un preciso rasoterra batte il portiere ospite, chiude i conti e regala un ottimo Natale ai tifosi del Teramo.

TERAMO-MESTRE 2-0
MARCATORI: 64’Caidi, 84’Barbuti
TERAMO (3-5-2): Lewandowski; Caidi, Speranza, Sales; Ventola, Ilari (59’Soumaré), De Grazia, Graziano, Varas; Tulli (46’Barbuti), Bacio Terracino (76’Amadio). A disp: Calore, Pietrantonio, Altobelli, Paolucci, Foggia, Milillo, Faggioli, Mancini, Fratangelo. All: Asta
MESTRE (3-5-2): Favaro; Politti, Boffelli, Stefanelli (67’Kirwan); Lavagnoli, Rubbo (67’Boscolo), Zecchin, Beccaro, Fabbri; Spagnoli, Neto Pereira (19’Sottovia). A disp: Ayoub, Gagno, Casarotto, Perna, Sodinha, Bonaldi, Bussi. All: Zironelli
ARBITRO: Valerio Maranesi di Ciampino (Zambelli di Finale Emilia/Pappalardo di Parma)
NOTE: Spettatori paganti 946. Ammoniti Zecchin, Spagnoli. Angoli 5-10. Rec 3’+5′.

Nessun Commento

Inserisci un commento