Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


01/19/2018
HomeL'AquilaCronaca L'AquilaL’Aquila, I Solisti Aquilani volano in Germania

L’Aquila, I Solisti Aquilani volano in Germania

I Solisti Aquilani ospiti del Consolato Generale d’Italia e dell’Istituto Italiano di Cultura in Germania

Si terrà in Germania la prima edizione della rassegna concertistica “La Settimana Italiana” voluta dal console Pierluigi Ferraro, con l’intento di esportare e far conoscere i grandi talenti nel campo musicale che operano nel nostro paese e che rappresentano l’Italia nel mondo. La rassegna è composta da tre eventi che si realizzeranno dal 12 al 15 dicembre. Il filo conduttore che unisce le tre serate è l’esecuzione  della musica dei nostri tre Premi Oscar: Rota, Bacalov, Piovani.

Le prime due serate avranno come interpreti i nostri Solisti: Il primo concerto, Affresco Italiano,  si terrà il 12 dicembre a Düsseldorf​, al Palazzo Palais Wittgenstein; Il Secondo Concerto, Oltre Confine,  si terrà a Colonia il 13 dicembre presso l’ Istituto Italiano di Cultura diretto da Maria Mazza. Il programma di questo “Affresco” è interamente composto da musiche di autori italiani o di compositori che con l’Italia hanno avuto un legame particolare: Ottorino Respighi, Astor Piazzolla,Luigi Boccherini,Luis Bacalov. Solisti: Daniele Orlando e  Francesco Peverini violini e Adriano Adriano Walter Rullo, chitarra. Il 13 Dicembre invece, faranno testimonianza le partiture proposte da I Solisti Aquilani: Luigi Boccherini, con il Quintetto op. 448 per chitarra e quartetto d’archi;  Horacio Salgan, con  A fuego Lento; Carlos Di Sarli con Bahia Blanca; Massimiliano Tisano con Tango para mi juventud; Osvaldo Pugliese con La Yumba; Nino Rota con Concerto per archi e infine Bela Bartók con Danze Rumene. Il 15 dicembre a chiudere la rassegna sarà Nicola Piovani, alle prese con la  musica da film e le sue opere.

 

Cristina D’Armi

Nessun Commento

Inserisci un commento