Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


01/18/2018
HomeMarsicaSan Benedetto: al via “Marruvium.almamaterstudiorum.2017”, il bando per la nuova scuola

San Benedetto: al via “Marruvium.almamaterstudiorum.2017”, il bando per la nuova scuola

Il Comune di San Benedetto dei Marsi bandisce un concorso internazionale di progettazione con procedura aperta per la realizzazione della nuova scuola bivalente e adeguamento sismico della palestra. 

Dopo oltre 4 anni di lavori ininterrotti, superando ostacoli di ogni sorta, con emozione Vi comunichiamo che ieri mattina, 29 novembre 2017, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, sui due quotidiani a diffusione nazionale (Il Messaggero ed il Mattino) e su due quotidiani a diffusione locale (Il Messaggero Abruzzo e Corriere Adriatico) il concorso di progettazione per la realizzazione della nuova scuola di San Benedetto dei Marsi denominato “Marruvium.almamaterstudiorum.2017”. Lo rende noto il sindaco di San Benedetto Quirino D’Orazio, che aggiunge:

“Per la prima volta nella storia di San Benedetto si è pubblicato un bando a livello europeo, perché consci del fatto che le strutture scolastiche non si realizzano tutti i giorni, bensì una volta ogni 50/100 anni. Per tale ragione, per la nostra Comunità, abbiamo voluto pensare in grande, dando la possibilità ai migliori progettisti non solo locali, ma di tutta Europa, riconoscendo loro pari dignità e senza preferenze, di competere, misurarsi e confrontarsi nella massima trasparenza e partecipazione, mediante il deposito dei loro migliori elaborati progettuali immediatamente cantierabili, che saranno scrupolosamente studiati e valutati. Per l’occasione è stato realizzato uno specifico sito internet visitabile da tutti al seguente link (https://www.marruvium.almamaterstudiorum.2017.concorrimi.it), dove chiunque potrà reperire tutte le informazioni utili”. 

“Il progetto che verrà selezionato per la realizzazione della futura scuola di San Benedetto dell’importo complessivo di € 4.543.000 – spiega il primo cittadino – sarà scrupolosamente selezionato in mezzo a tantissime altre idee progettuali,  ispirate ai massimi criteri di sicurezza, efficientamento energetico, tecnologico, innovativo ed architettonico, che si calerà all’interno del tessuto urbano della nostra Marruvium. Il nuovo edificio scolastico sarà concepito, inoltre, come luogo da vivere non solo durante le ore di didattica, ma anche come luogo di incontro tra cittadini ed associazioni, anche fuori dell’orario scolastico, mediante realizzazione di specifici “Civic Center”.

“Non sarà, come in passato, un progetto affidato a tre giorni dalle elezioni all’amichetto di turno, con un ribasso di gara dell’1%, con il quale si sarebbero progettate solo sei aule, su zona del Piano Regolatore Generale incapace ad ospitare tale intervento edificatorio. Quella che sarà realizzata, sarà la scuola più innovativa e sicura mai concepita nella storia di San Benedetto dei Marsi e dintorni, di oltre 3500 metri quadri, contenenti ben 16 aule, atte a soddisfare tutto il fabbisogno della popolazione scolastica della scuola primaria e secondaria della nostra Comunità e non solo, che riqualificherà il centro abitato e preserverà quei pochi parchi verdi che abbiamo”.

“La strada che abbiamo percorso è stata condivisa ed ha incassato il plauso dei preparatissimi tecnici dell’USRC (Ufficio Speciale della Ricostruzione dei comuni del Cratere), che ci sentiamo in dovere di ringraziare pubblicamente, a cominciare dal dr. Paolo Esposito, Ing. Alessia Placidi, Arch. Nadia Marcantonio, Arch. Daniela Baliva e Arch. Roberta Grasso. Così come pure ci sentiamo di ringraziare il nostro Ufficio Tecnico Comunale, nelle persone dell’Ing. Maurizio Iori e Arch. Antonio Colantonio, per l’immane lavoro fin qui svolto, come anche la Preside del nostro Istituto Comprensivo dr.ssa Maria Gigli, i quali tutti ci sentiamo di invitare, il prima possibile ad un’assemblea pubblica, che si terrà presso la nostra Sala Consiliare, dove potrete conoscere ogni minimo dettaglio di questa avvincente storia”.

“I costi di progettazione? Sono proporzionali ai costi dell’opera da realizzare (€ 4.543.000,00) – aggiunge D’Orazio – e comunque saranno tutti ricompresi all’interno dei finanziamenti ricevuti e non graveranno assolutamente sulle tasche dei Cittadini, statene certi. Alle chiacchiere di demagoghi, di chi sta facendo di tutto per non far realizzare questo sogno, mediante interrogazioni, accessi agli atti strumentali, denunce al Prefetto, al Difensore Civico, Corte dei Conti, Procura e per ultimo al Tar Abruzzo, facendo rallentare la già complessa procedura, dico solo questo: “State giocando sulla pelle dei nostri figli! Lasciateci lavorare in pace per il bene della nostra Comunità. Se volete BENE al nostro amato Paese, potete fare solamente una cosa, RITIRATE IL RICORSO e lavoriamo insieme!”

Il Sindaco Quirino D’Orazio

Nessun Commento

Inserisci un commento