Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


11/20/2019
HomeL'AquilaCronaca L'AquilaSanità regione Abruzzo: in arrivo nuovi concorsi e novità per i precari

Sanità regione Abruzzo: in arrivo nuovi concorsi e novità per i precari

 Potranno essere avviati dal primo gennaio prossimo, dopo anni, nuovi concorsi e procedure di stabilizzazione del personale precario del comparto sanitario

E’ il risultato più importante dell’accordo raggiunto tra l’assessore regionale alla programmazione Silvio Paolucci e tutte le organizzazioni sindacali di categoria, che hanno sottoscritto un’intesa che punta sia a salvaguardare le professionalità di tanti lavoratori precari che da anni prestano servizio nelle Asl abruzzesi, sia a garantire uniformità di trattamento per gli stessi in tutte le aziende sanitarie.

Per una parte di questi lavoratori si potrà fare ricorso alla stabilizzazione diretta (per coloro che hanno già partecipato a selezioni di natura concorsuale), mentre per gli altri saranno banditi concorsi in cui sarà prevista una riserva del 50 per cento (la percentuale massima prevista dalla normativa) dei posti disponibili destinati proprio ai precari. I rimanenti posti, invece, saranno destinati all’accesso dall’esterno e quindi chiunque potrà partecipare ai concorsi.

L’accordo, dunque, definisce un percorso chiaro e puntuale, con precisi step temporali, in ottemperanza alla legge Madia e alle altre disposizioni sulla stabilizzazione dei precari, che finora non era stato possibile applicare in Abruzzo. “E’ un risultato fondamentale – commenta Paolucci – frutto anche dell’impegno delle organizzazioni sindacali, che hanno condiviso questo percorso di valorizzazione delle professionalità che ogni giorno garantiscono il servizio sanitario pubblico in Abruzzo. Grazie al lavoro che questa giunta regionale ha portato avanti negli ultimi anni per riorganizzare la rete assistenziale e ottimizzare le risorse disponibili, oggi possiamo finalmente assicurare nuove opportunità occupazionali a tanti lavoratori qualificati, che si tradurranno in una sempre migliore qualità dell’assistenza ai nostri concittadini-utenti.

Dal 2018, inoltre, le Asl avranno a disposizione maggiori fondi da destinare proprio al personale“. Le procedure selettive consentiranno di redigere graduatorie per tutte le specializzazioni sanitarie, cui attingere anche per future immissioni in ruolo.

Nessun Commento

Inserisci un commento