Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


12/12/2017
HomeTeramoCronaca TeramoTeramo. Al Follemente Festival dopo Mario Tozzi è la volta di Mughini e di Haber

Teramo. Al Follemente Festival dopo Mario Tozzi è la volta di Mughini e di Haber

x

Un vasto cartellone di iniziative sulla follia con gli occhi dell’arte, del teatro, della cronaca, del cinema e del giornalismo

 

Il primo appuntamento previsto nel calendario e svoltosi ad Isola del Gran Sasso ieri, giovedì 28 settembre, ha raccolto pubblico e consenso per la partecipazione all’incontro/dibattito con il noto geologo e saggista, Mario Tozzi, conduttore della trasmissione Rai “Fuori Luogo”. I temi trattati si sono incentrati sulla ratio scientifica nella follia della natura e dunque sul senso degli eventi catastrofici che si sono abbattuti sul centro Italia.

Oggi, venerdì 29 alle ore 18,30, il Festival si impreziosisce della presenza del celebre giornalista Giampiero Mughini che vestirà i panni del paziente schiacciato dall’ossessione particolare che lo porta da anni a collezionare libri, la biblio-follia. Sempre nell’Ipogeo la serata proseguirà alle 21 con lo spettacolo “La Notte dai Canti Orfici” di Dino Campana, curato dall’attrice Laura Piazza e dalla musicista Eloisa Manera.

Il contenitore di iniziative pensato per mettere a fuoco la fragilità mentale, la devianza e più in generale la follia in chiave creativa e scientifica, nato da un’idea del giornalista Marcello Veneziani e realizzato dalla Cooperativa Sociale 3M in collaborazione con Polyedra Teaching Group, si concluderà domani sabato 30 con gli appuntamenti mattutini di formazione scientifica alla Sala Convegni dell’Hotel Sporting dove si svilupperanno le tematiche legate alla psicofarmacologia e alle dimensioni nei disturbi della coscienza.

In programma nel pomeriggio due sessioni dedicate all’arte, la prima è un seminario a cura della restauratrice Valentina Muzii intitolato “Nella mente del vandalo: furti e atti di distruzione nella storia dell’arte”, la seconda è invece l’inaugurazione di una mostra pittorica curata dal Rotary Teramo Est e intitolata “La follia del serpente” del Maestro Gigino Falconi.

A chiudere il Festival il tanto atteso attore Alessandro Haber, che interverrà alle 21 come ospite all’Ipogeo al termine della proiezione del cortometraggio intitolato “Il profumo delle stelle” di cui è protagonista. La pellicola del regista Francesco Felli analizza il tema della reclusione nei manicomi e la voglia di riscoprire il valore di quelle piccole cose che sono il sapore della vita e che infondono il coraggio di spingersi oltre la solitudine umana.

 

Nessun Commento

Inserisci un commento