Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


12/14/2017
HomeVasto - LancianoCulturaL’ Omnicomprensivo “G.Spataro” di Gissi alla Fiera Didacta Italia

L’ Omnicomprensivo “G.Spataro” di Gissi alla Fiera Didacta Italia

È calato il sipario sulla prima edizione della Fiera “Didacta Italia: innovazione e tecnologie della scuola” tenutasi a Firenze, presso la Fortezza Da Basso: presente l’Istituto Omnicomprensivo “G.Spataro” di Gissi

E‘ calato il sipario sulla prima edizione della Fiera “Didacta Italia: innovazione e tecnologie della scuola” tenutasi a Firenze, presso la Fortezza Da Basso.

L’evento, che vanta una tradizione decennale in Germania, è approdato in Italia dal 26 al 29 settembre ed è stato inaugurato dal Ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli.

Un’ottima vetrina per la filiera delle aziende che lavorano nel mondo della scuola e della formazione e un’occasione preziosa per l’aggiornamento professionale dei docenti, come quelli dell’Istituto Omnicomprensivo Spataro di Gissi. La nutrita delegazione (ben 13 insegnanti) guidata dalla Dirigente Scolastica, Dott.ssa Aida Marrone, ha vissuto, nella giornata di giovedì 28, una vera e propria full immersion tra i padiglioni della fiera, partecipando a workshop, seminari, laboratori e convegni curati da Indire e incentrati sui temi cari al mondo della didattica: tecnologie digitali e ambienti di apprendimento, progettazione e valutazione, inclusione e alternanza scuola-lavoro, pensiero computazionale e robotica.

La giornata si è conclusa con il Convegno Nazionale della Rete delle Piccole Scuole, di cui fa parte anche l’Omnicomprensivo “G.Spataro” di Gissi.

Tra i relatori del Convegno anche la Dirigente dell’Istituto che ha avuto modo di confrontarsi con i suoi colleghi della Rete Piccole Scuole delle isole siciliane (a Favignana è stato firmato il Manifesto delle Piccole Scuole), della costiera amalfitana, dell’Umbria, dell’Abruzzo e di altre piccole realtà della nostra penisola. Un confronto dinamico che è entrato nel vivo delle problematiche che affliggono le scuole dei piccoli comuni e ha prospettato le possibili soluzioni. “Soluzioni che possono essere trovate – ha rimarcato la Dott.ssa Marrone nel suo intervento – sia grazie ad un’azione sinergica tra scuola e territorio sia grazie alla dedizione dei docenti che vivono quotidianamente questa sfida“.

È necessario che le piccole scuole siano sempre più in grado di fare gioco di squadra – ha chiosato il Presidente dell’Indire, Giovanni Biondi, – per far sì che il Legislatore comprenda finalmente che non esiste cosa più ingiusta di fare parti uguali tra diseguali“.

Nessun Commento

Inserisci un commento