Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


12/14/2017
HomeTeramoCronaca TeramoArresti domiciliari per mazzette negli appalti pubblici, coinvolto un imprenditore di Montorio

Arresti domiciliari per mazzette negli appalti pubblici, coinvolto un imprenditore di Montorio

Tangenti negli appalti per sette persone finite agli arresti domiciliari. I provvedimenti emessi dal gip del Tribunale di Avezzano, Francesca Proietti, su richiesta dei sostituti procuratori Roberto Savelli e Maurizio Maria Cerrato, riguardano amministratori, tecnici e imprenditori.

 

Nell’ambito dell’operazione denominata “Master List”, con le accuse di corruzione e turbativa d’asta sono state arrestate, ieri mattina, sette persone tra imprenditori, tecnici e amministratori di Canistro, Avezzano, Campotosto (L’Aquila), Casacanditella (Chieti), Montorio al Vomano (Teramo) e Penne (Pescara). L’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, firmata dal giudice per le indagini preliminari di Avezzano, Francesca Proietti, su richiesta dei sostituti procuratori Roberto Savelli e Maurizio Maria Cerrato, evidenzia negli atti scambi di favore ed un collaudato sistema volto alla divisione di appalti in gran parte dell’Abruzzo.

Coinvolti nell’operazione e agli arresti domiciliari un imprenditore teramano di Montorio, Emiliano Pompa, l’amministratore delegato del Consorzio acquedottistico marsicano, Giuseppe Venturini, il quale si è immediatamente dimesso dal suo incarico, l’ex Vice Sindaco con delega ai Lavori pubblici di Canistro (L’Aquila), Paolo Di Pietro, attualmente consigliere comunale di maggioranza ed ex componente dello staff del sindaco, Angelo Di Paolo (estraneo ai fatti), il Sindaco di Casacanditella (Chieti), Giuseppe D’Angelo; inoltre gli imprenditori Sergio Giancaterino di Penne (Pescara), Antonio Ruggeri di Avezzano e il tecnico del Comune di Campotosto, Antonio Ranieri.

Le misure cautelari sono state eseguite dalla Squadra mobile di L’Aquila guidata dal dirigente Tommaso Niglio.

 

Nessun Commento

Inserisci un commento