Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


12/12/2017
HomeGustoCucinaLe ricette di Cristina : Sagne e Fagioli

Le ricette di Cristina : Sagne e Fagioli

Qualcosa bolle in pentola, questa volta è la zuppa di Sagnette e Fagioli

Per inaugurare l’entra dell’Autunno, oggi ho intenzione di insegnarvi una ricetta perfetta per questo periodo dell’anno;  vediamo gli ingredienti e il procedimento necessario per preparare Sagnette e Fagioli, classico piatto caldo abruzzese.  Abbiamo bisogno di:

  • 250 g di fagioli borlotti secchi

  • 250 g di passata di pomodoro

  • 1 carota 1 cipolla 400 g di semola rimacinata di grano duro

  • acqua quanto basta

  • 1 pizzico di sale

  • 1 costa di sedano

  • 2 foglie di alloro

  • un pizzico di sale.

Lasciamo in ammollo i fagioli per almeno 12 ore, dopo di che togliamo i fagioli dall’acqua dell’ammollo e versiamoli in una pentola capiente, aggiungiamo il sedano, la carota e la cipolla tritati finemente, il pomodoro e l’alloro e lasciamo cuocere in acqua a fuoco basso per circa due ore.

Saliamo solo a fine cottura per evitare che i fagioli diventino duri. Nel frattempo prepariamo la pasta: con la farina facciamo la classica fontana su una spianatoia, aggiungiamo una presa di sale e acqua a temperatura ambiente; lavoriamo poi  fino ad ottenere un impasto omogeneo che lasceremo riposare per almeno mezz’ora coprendolo con la pellicola.

Stendiamo l’impasto con il matterello su una spianatoia leggermente infarinata e ritagliamo delle lunghe strisce di impasto dall’altezza di circa 3­4 cm. Spolverizziamo con la semola e sovrapponiamo le strisce, quindi tagliamo con un coltello affilato formando le sagne. Per la cottura di fagioli teniamo sempre sul fuoco una pentola con acqua calda o brodo vegetale da aggiungere all’occorrenza nella pentola con i fagioli.

Portiamo ad ebollizione una pentola d’acqua, aggiungiamo il sale e cuociamo la pasta per alcuni minuti, fino a quando tornerà a galla; quando è cotta aggiungiamo la pasta ai fagioli, mescoliamo bene e portiamo in tavola. Prima di servire aggiungiamo un filo d’olio e pepe. Con questo piatto abbiamo dato il via alla stagione delle zuppe e delle minestre.

Cristina D’Armi

Nessun Commento

Inserisci un commento