Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


12/17/2017
HomeVasto - LancianoCronaca Vasto LancianoLa Diga di Chiauci: ecco gli interventi che si effettueranno

La Diga di Chiauci: ecco gli interventi che si effettueranno


E’ stato fatto il punto sugli interventi che interessano la Diga di Chiauci finanziati nel Masterplan e già appaltati, che coinvolgono la regione Abruzzo e quella del Molise

Nel corso dell’incontro che si è tenuto nei giorni scorsi a Pescara nella sede della Regione Abruzzo, è stato fatto il punto sugli interventi che interessano la Diga di Chiauci finanziati nel Masterplan e già appaltati e che coinvolgono la regione Abruzzo e quella del Molise.

Inoltre è stato calendarizzato l’intervento oggetto dell’accordo firmato il 21 agosto 2017 tra Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ed il Consorzio di Bonifica sud, per un importo complessivo di 4 milioni di euro destinati all’incremento della sicurezza e della funzionalità della diga di Chiauci e alla prosecuzione delle prove d’invaso sperimentale per permetterne il collaudo tecnico funzionale e l’entrata in normale esercizio.

I lavori verranno appaltati entro novembre 2017 e la consegna degli stessi è prevista per aprile 2018. All’incontro erano presenti il vicesindaco di Vasto Paola Cianci,  l’assessore Giancarlo Lippis del Comune di San Salvo, l’Ing. Emidio Primavera Direttore del Dipartimento Opere pubbliche della Regione Abruzzo, l’Ing. Di Biase del Genio Civile e i tecnici. L’accordo è stato firmato il 21 agosto 2017, tra Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e il Consorzio di Bonifica sud.

“Questi progetti – ha dichiarato il vicesindaco Paola Cianci- denotano una grande attenzione da parte della Regione Abruzzo per il superamento delle criticità del sistema idrico del nostro territorio. Ci auguriamo che trovino concretizzazione  nel breve periodo poiché si tratta di interventi che contribuiranno a limitare i disagi causati dalle emergenze idriche, in particolar modo nel periodo estivo,  per cui restano comunque necessari una serie di interventi strutturali sulle condutture e la realizzazione di un  potabilizzatore”.

 

Nessun Commento

Inserisci un commento