Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


12/15/2017
HomeCalcioLa Curva della Lazio emana un dress code per essere diversi “dagli zingari di Pescara”: bufera sui social

La Curva della Lazio emana un dress code per essere diversi “dagli zingari di Pescara”: bufera sui social

Gli Irriducibili, storico gruppo di ultras della Curva Nord laziale, hanno diramato un elenco di suggerimenti sul modo di vestire e di comportarsi per andare allo stadio. Svariati i riferimenti (ovviamente tutti dispregiativi) alle curve avversarie, tra cui non è stata risparmiata nemmeno quella del Pescara Calcio

Tra Lazio e Pescara, sin dalla notte dei tempi, tutto questo buon sangue non è mai corso davvero. Storica e nota, infatti, la rivalità tra i capitolini ed i supporters del Delfino, che tra l’altro, a mo’ di par condicio, non hanno buoni rapporti nemmeno con i cugini della AS Roma.

E’ notizia di ieri sera, però, che un nuovo attacco è stato lanciato dagli Irriducibili, gruppo che rappresenta un po’ il cuore pulsante della Curva Nord biancoceleste. Proprio mentre la Lazio di Inzaghi superava per 2-3 il Vitesse in Europa League, infatti, sui principali siti di calcio nazionali e sui social ha incominciato a spargersi la notizia di un certo volantino, fatto girare domenica scorsa durante Lazio-Milan allo Stadio Olimpico, che invitava i supporters biancocelesti a vestire in un certo modo, seguendo determinate regole di stile, grazie alle quali  “i laziali si sono sempre contraddistinti per la mentalità e anche per il proprio stile: diversi dai capelloni di Bergamo e Brescia, dagli zingari di Pescara, dalla colorita decadenza dei nostri cugini, dal jeans altezza caviglia di altri stadi. Per una vita abbiamo preso in giro tutto questo. Noi intanto insegnavamo norme di comportamento e di stile. E siamo stati copiati nel modo di tifare, di agire e anche di vestire“. Il problema sarebbe, infatti, il degrado del modo di vestire che si vede oggi nelle curve italiane, un degrado che gli Irriducibili non riescono davvero a concepire, dato che “lo stile esteriore è sempre specchio di ciò che siamoTorniamo a ricordare la storia pesante che portiamo sulle spalle e l’eredità che ci è stata data in dote““

Parole (ed offese) ovviamente non casuali, buttate lì in nome di rivalità antiche e di una certa diffidenza dai rivali storici del Pescara. Ci sarà da attendersi una risposta dai supporters del Delfino?

Nessun Commento

Inserisci un commento