Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


12/13/2017
HomePescara ChietiCronaca Pescara ChietiParco Nazionale della Majella, piromane colto sul fatto confessa

Parco Nazionale della Majella, piromane colto sul fatto confessa

Appicca le fiamme nel Parco Nazionale ma viene rintracciato

L’arrestato aveva dato alla fiamme un cumulo di stracci e vestiti all’interno del Parco Nazionale della Majella, per la precisione nella porzione di “Sentiero dello Spirito” che conduce dall’eremo di Sant’Angelo, sito in Lettomanoppello, a quello di Sant’Onofrio, a Serramonacesca.

L’uomo, un cinquantenne del chietino, si sarebbe recato nella zona protetta, la Zona C di protezione speciale dell’Unione Europea (“IT7140129 Parco Nazionale della Maiella”, sito di Interesse comunitario “IT7140203 Maiella”) ad 800 metri d’altezza, appositamente per commettere il reato, ma sarebbe stato presto intercettato dai Carabinieri Forestali del nucleo di Lettomanoppello, allertati da un cittadino che aveva avvistato le fiamme. L’intervento è stato ancor più celere poiché i militari si trovavano in zona proprio per effettuare dei controlli e dei sopralluoghi atti ad evitare danni all’ambiente.

Gli agenti, al comando del maresciallo Maurizio Colantoni, hanno svolto i rilievi del caso, ed aiutati dai cittadini che nel frattempo erano accorsi per spegnere il rogo appiccato ai margini del bosco, hanno raccolto informazioni e testimonianze necessarie ad identificare e fermare il presunto colpevole, che è stato poi ascoltato per circa cinque ore nella stazione dei carabinieri di Lettomanoppello. L’uomo avrebbe confessato, accollandosi le proprie responsabilità, ed ora rischia fino ad un massimo di 6 anni di reclusione per diversi capi d’accusa, fra cui quello di incendio boschivo colposo.

Antonio Legnini

Nessun Commento

Inserisci un commento