Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


12/12/2017
HomeCalcioVicenza-Teramo 1-0: il Diavolo si arrende solo nel finale (e su rigore)

Vicenza-Teramo 1-0: il Diavolo si arrende solo nel finale (e su rigore)

Il Teramo rimedia la sua prima sconfitta stagionale. Nella tana del Vicenza la squadra di mister Asta gioca molto bene ma si arrende di misura: al “Menti” finisce 1-0 in favore della Lanerossi, decisivo un calcio di rigore trasformato da Comi a cinque minuti dalla conclusione del tempo regolamentare.

Nonostante il ko, il Diavolo può comunque sorridere per la prova sfoderata al cospetto di una delle corazzate del girone B di Serie C. La cronaca. Prima del via in casa Teramo si registra una sola novità, l’inserimento sulla fascia sinistra difensiva di Sales al posto di Pietrantonio. Tra le fila del Vicenza invece mister Colombo lascia in panchina Comi e al centro dell’attacco si affida a Ferrari. La Lanerossi gioca con il 4-3-3, stesso schieramento scelto da un Diavolo che dimostra così di voler giocare la gara a viso aperto. Ne esce fuori un primo tempo costellato da tante occasioni da rete. Al 13′ si fa vedere Beruatto, ma il suo tiro viene respinto in corner da Calore. Cinque minuti dopo c’è la risposta del Teramo. Foggia cade in area dopo una plateale strattonata di maglia operata da un difensore vicentino. Le proteste della punta ex Melfi sono veementi, ma l’arbitro non ravvisa gli estremi del penalty e lascia proseguire. Poi sale in cattedra Ferrari, che va vicino al gol in due circostanze: al 23′ l’ex Lanciano colpisce in pieno il palo (ma nella circostanza è decisiva la deviazione di Calore), mentre al 31′ apre troppo il compasso e calcia a lato da buona posizione. All’intervallo è 0-0. Nella ripresa il Teramo torna in campo più convinto e pian piano prende campo. Al 48′ Foggia si gira bene in area ma trova la respinta d’istinto di Valentini. Un minuto dopo è Tulli a sfiorare il palo con un bolide dal limite. Il Vicenza soffre ma è proprio a questo punto che mister Colombo estrae dal cilindro le mosse decisive. Il tecnico di casa opera tre cambi in un sol colpo: vanno fuori Bangu, Giacomelli e Ferrari, al loro posto entrano Giraudo, Di Molfetta e Comi. Ed è proprio questo a trasformare all’85’ il penalty che decide l’incontro, penalty assegnato per un fallo su Crescenzi. In zona Cesarini il Teramo resta persino in 10 (rosso diretto al neo-entrato Graziano per un brutto fallo a centrocampo su Giraudo) e al triplice fischio si arrende con il minimo scarto.

VICENZA-TERAMO 1-0
MARCATORE: 85’r Comi
VICENZA (4-3-3): Valentini; Malomo, Crescenzi, Milesi, Beruatto; Bangu (68’Giraudo), Romizi, Alimi; Giacomelli (68’Di Molfetta), Ferrari (68’Comi), De Giorgio (81’Lanini). A disp: Fortunato, Magri, Salifu, Turi, Tassi. All: Colombo
TERAMO (4-3-3): Calore; Ventola, Speranza, Caidi, Sales; Varas, De Grazia (86’Paolucci), Ilari (76’Graziano); Tulli (76’Altobelli), Foggia (86’Fratangelo), Bacio Terracino (70’Soumaré). A disp: Lewandowski, Pietrantonio, Milillo, Diallo, Faggioli, Mancini. All: Asta
ARBITRO: Daniele De Santis di Lecce (Lenarduzzi di Merano/ Polo-Grillo di Pordenone)
NOTE: Spettatori 7000 circa. Ammoniti Bangu, De Grazia, Caidi. Espulso Graziano all’88’ per gioco violento. Rec 0’+5′.

Nessun Commento

Inserisci un commento