Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


12/14/2017
HomePescara ChietiCronaca Pescara ChietiChieti: partirà il nuovo progetto per sostenere le persone con disabilità uditiva

Chieti: partirà il nuovo progetto per sostenere le persone con disabilità uditiva

Il progetto “S.O.S. SORDI” è finalizzato a fornir un valido strumento per la richiesta di emergenza al 113 da parte di persone con disabilità uditiva nella provincia di Chieti

Il giorno 8 settembre c.a. presso la sala riunioni, terzo piano, palazzo della Provincia di Chieti in corso Marrucino 97, il Questore di Chieti Raffaele Palumbo e il Presidente Provinciale dell’Ente Nazionale per la protezione e l’assistenza dei Sordi –Onlus (ENS), Sezione Provinciale di Chieti Silvestri Claudio si sono incontrati per firmare il protocollo d’intesa per il progetto “S.O.S. SORDI”, finalizzato a fornir un valido strumento per la richiesta di emergenza al 113 da parte di persone con disabilità uditiva in questa provincia. Il progetto ideato dall’Ente Nazionale Sordi in collaborazione con il Dipartimento della Pubblica Sicurezza consente agli audiolesi che hanno bisogno di aiuto per una qualsiasi emergenza di inviare un e-mail di richiesta di soccorso all’indirizzo di posta elettronica: [email protected] creato per lo specifico servizio.

L’e-mail perverrà alla centrale Operativa 113 della Questura su un computer appositamente dedicato e l’operatore di Polizia risponderà con lo stesso mezzo di richiesta attivando contemporaneamente il servizio di emergenza del caso ( invio della Volante sul posto, oppure allertamento del 118, ecc…).

Il presente progetto integra il servizio “ SMS SICURI E MAI SOLI “ già esistente da tempo che permette all’audioleso di richiedere l’intervento del 113 inviando un SMS al numero di utenza di cellulare dedicato 334/6901329.

Dall’attivazione del servizio varie sono state le richieste da parte dei sordi sia attraverso e-mail che SMS.

Il progetto è riuscito ad abbattere le barriere della comunicazione ed ha consentito alle persone sorde di gestire la propria vita in piena autonomia.

Nessun Commento

Inserisci un commento