Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


12/13/2017
HomeTeramoCronaca TeramoAlba Adriatica, grave caso di malasanità

Alba Adriatica, grave caso di malasanità

Anziana dimessa dal pronto soccorso, muore due giorni dopo

Malasanità all’ospedale di Alba Adriatica. La vicenda ha inizio lo scorso lunedì. Un’anziana 87enne di Alba Adriatica viene trasportata al pronto soccorso di Giulianova. Secondo la figlia e il genero, i vari sintomi non sono stati adeguatamente presi in considerazione e nel momento in cui sono temporaneamente spariti, la donna è stata dimessa, ma non le è stato garantito nessun trasporto fino ad Alba Adriatica, lasciando la figlia ed il genero ad occuparsene. Nonostante ai due fossero stati forniti i numeri di diversi servizi di trasporto ospedalieri, nessuno di essi era disponibile. I due sono stati costretti a chiedere il trasporto di un’ambulanza addirittura dal comune di Campli, che ha provveduto al trasporto, dopo oltre 5 ore dall’arrivo in pronto soccorso. La donna è stata successivamente trasferita all’ospedale di Sant’Omero dove è stata visitata e ricoverata. Vista l’età della donna però, non è stato possibile intervenire ed il giorno dopo è deceduta.

Queste le parole della figlia della donna in seguito all’accaduto: “Accorgersi prima di quello che stava accadendo forse avrebbe cambiato l’esito finale. Magari le cose sarebbero andate nella stessa maniera ma di certo non è tollerabile dover sopportare una situazione di questo genere e del modo con il quale la paziente è stata trattata. Vogliamo lanciare un appello pubblico al Governatore Luciano D’Alfonso e al Ministro Beatrice Lorenzin, “ e chiedere se queste cose sono tollerabili. Se questi episodi, a prescindere poi dall’epilogo doloroso, possano poi rappresentare la sanità pubblica. Chiedere se questo è il modo di trattare i malati”.

Nessun Commento

Inserisci un commento