Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


12/15/2017
HomeCalcioLa Jesina resiste, niente vittoria per l’Avezzano all’esordio

La Jesina resiste, niente vittoria per l’Avezzano all’esordio

L’Avezzano comincia la sua Serie D con un pareggio casalingo contro la Jesina. Regalato agli ospiti un primo tempo con pochi spunti, occasioni e convinzione nella ripresa, ma il gol non arriva

Comincia con un mezzo passo falso casalingo, la stagione di Serie D dell’Avezzano Calcio. In uno Stadio dei Marsi pesantemente occupato (più di 600 presenze tra locali ed il manipolo di ospiti), la squadra di Mister Federico Giampaolo regala il primo tempo alla modesta Jesina, creando sostanzialmente una sola occasione da gol. Nella ripresa, con maggior convinzione e l’inserimento di un terminale offensivo di peso come Dos Santos, il club biancoverde impegna più volte l’estremo ospite Tavoni e dimostra di avere il carattere della grande squadra: il gol dell’1-0 che sbloccherebbe il discorso, però, purtroppo non arriva.

Reduce dalla sconfitta interna contro il Francavilla nel match di Coppa Italia, Giampaolo schiera l’Avezzano con un inedito 3-5-2: con Fanti tra i pali, la linea difensiva è composta da Menna, Tariuc e dal nuovo acquisto Sbardella (assolutamente all’altezza nel non far rimpiangere il partente Rullo). Il centrocampo vede Cerone nel ruolo di playmaker, con Bianciardi e D’Ambrosio a coprirgli le spalle come mastini e D’Eramo e Scutti a giostrare sulle fasce. Branicki, riferimento tra le linee, e Guerra compongono un tandem d’attacco che si rivelerà troppo leggero per impensierire la difesa degli ospiti. Nel corso del primo tempo, infatti, l’unica occasione biancoverde è un tiro di Guerra sugli sviluppi di un corner, con la parata centrale del portiere marchigiano. Verso il finale di tempo, dopo 43′ di sbadigli, è addirittura la Jesina a sfiorare il gol del clamoroso 0-1: un’uscita a vuoto di Fanti, su calcio piazzato, permette a Pierandrei di incornare a porta vuota, ma il pallone termina sul fondo di un soffio.

L’intervallo e la pochezza del gioco avezzanese nella prima frazione portano Giampaolo a rivoluzionare la mentalità dei suoi uomini, decisamente più propositivi nella ripresa: la pressione biancoverde si fa costante e, seppur mai in modo del tutto convincente, le occasioni iniziano ad arrivare. Cerone mostra la sua giocata migliore, il lancio sulla fascia destra con una precisione chirurgica,  mettendo più volte D’Eramo in condizione di concludere addosso al portiere ospite. L’ingresso dell’attesissimo Dos Santos (ancora evidentemente fuori forma, per la verità) se non altro appesantisce il reparto offensivo dell’Avezzano: una conclusione da fuori di Sbardella viene salvata in qualche modo da Tavoni, poco dopo è ancora D’Eramo a farsi ipnotizzare da due passi dall’estremo ospite. Nei sei minuti del lunghissimo recupero, Dos Santos svetta di testa su azione di calcio d’angolo: il pallone finisce però sul fondo.

Al triplice fischio finale, un Dei Marsi gremito applaude comunque la prova dei biancoverdi. Il talento sembra esserci, la forma migliore ed il gioco arriveranno: a patto di non gettare troppi punti in questa avvio colpevolmente in ritardo, l’Avezzano Calcio potrà dire la sua in questa stagione di Serie D.

TABELLINO: 

AVEZZANO: (3-5-2) Fanti (22′ st Lombardi); 2 Menna 5 Tariuc (37′ st Pellecchia) 6 Sbardella; 3 Scutti, 7 D’Eramo, 4 Cerone (48′ st Cezsay), 8 D’Ambrosio 9 Bianciardi; 10 Branicki 11 Guerra (23′ Dos Santos). A DISP: 12 Lombardi, 13 Di Rocco, 14 Lombardo, 15 Cazsay 16 Besana M 17Calderaro 18 Pellecchia 19 Acatullo 20 Dos Santos All: Giampaolo F.

JESINA: (4-4-2) 1 Tavoni 2 Silvestri 3 Anconetani  5 Giorni 6 Gremizzi; 7 Cameruccio 4 Carotti, 8 Magnanelli,11 Parasecoli (76′ Giovannini) ;9 Pierandrei (62′ Margarita), 10 Trudo (45′ st Sassaroli). A DISP: 12 Bolletta, 13 Calcina 15 Zannini 17 Massei 18 D’Alessi 19o Serantoni  Allenatore: Gianangeli

Spettatori: 600 circa con circa 50 marchigiani

Ammoniti: Bianciardi, D’Eramo e Branicki (A)

Recupero: 0′ p.t., 6′ s.t.

Nessun Commento

Inserisci un commento