Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


12/13/2017
HomeCalcioSerie D, sette sorelle per un posto in paradiso

Serie D, sette sorelle per un posto in paradiso

Inizia una delle stagioni di Serie D più interessanti di sempre a livello regionale: sette squadre abruzzesi sognano un posto tra i professionisti

La lunga attesa per il ritorno della Serie D è finalmente giunta al termine. Oggi, alle ore 15.00, scenderanno contemporaneamente in campo tutte e sette le squadre abruzzesi impegnate in questo splendido campionato.
Non un record, quanto al numero di compagini regionali in campo, ma quasi, per l’Abruzzo: oltre ad Avezzano, L’Aquila, Pineto, Vastese e Virtus San Nicolò Teramo, infatti, questo campionato di Serie D vede ai nastri di partenza anche l’U.S.D. Nerostellati di Pratola Peligna (vincitore della scorsa Eccellenza Abruzzo) ed il Francavilla, fresco di ripescaggio dopo la sconfitta ai Playoff Nazionali d’Eccellenza contro il Fabriano Cerreto. Da segnalare, poi, il ritorno di tutte le abruzzesi nel Girone F dopo la divisione della scorsa annata: non ci saranno più, dunque, Avezzano e L’Aquila nel Gruppo G (quello che vedeva con loro sarde, umbre e laziali). Avversari oltre i nostri confini, dunque, saranno otto compagini marchigiane, due molisane ed il San Marino.

Quanto alle aspettative, difficile delineare a bocce ferme gli equilibri. Tra le abruzzesi, partono con tanta pressione addosso l’Avezzano Calcio, la cui campagna acquisti è stata a dir poco faraonica per la categoria  (tra tutti, sopra le righe gli arrivi fortemente voluti dal Presidente Gianni Paris dei bomber Branicki e Dos Santos), e, per ovvi motivi di blasone L’Aquila Calcio, che nonostante una rosa tecnicamente inappuntabile dovrà fronteggiare una situazione societaria ancora in cerca di una quadratura del cerchio. Solida come al solito, invece, dovrebbe essere la stagione della Virtus San Nicolò, l’anno scorso stupefacente nell’arrivare ai Playoff, e quest’anno ancor più competitiva grazie al lavoro svolto da Ds Stefano De Angelis, mentre è lecito attendersi qualcosa in più della scorsa stagione dalla Vastese di Mister Colavitto: promettente, al proposito, la netta vittoria nel primo turno di Coppa Italia contro l’Olympia Agnonese.

Le tre abruzzesi rimanenti, quelle che almeno teoricamente non dovrebbero lottare per salire tra i professionisti, sono il Pineto, che ha dimostrato di lavorare egregiamente per la categoria e che dovrebbe centrare anche quest’anno quantomeno una salvezza tranquilla, il Francavilla, che già in Coppa Italia ha mostrato un equilibrio ed una quadratura difensiva da fare invidia alle altre neopromosse, ed i Nerostellati Pratola, alla loro prima esperienza in questa categoria. Proprio i peligni, nonostante un livello tecnico non all’altezza delle altre sei, promettono di dare il sangue per mantenere la categoria, se necessario anche passando per le forche caudine dei Playout.

Di difficile lettura anche il pacchetto delle rivali: cercherà di salire direttamente la Vis Pesaro, squadra tradizionalmente legata ad altri livelli calcistici, mentre intrigano i progetti legati al Matelica ed al San Marino. Tra le quattro abruzzesi citate in precedenza e queste, in sostanza, dovrebbe uscire la fortunata promossa al prossimo campionato di Serie C.

Già da oggi pomeriggio, alla fine della Prima Giornata, gli equilibri in campo potrebbero essere ben più chiari.

Nessun Commento

Inserisci un commento