Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


01/20/2018
HomeL'AquilaCronaca L'AquilaTrasporti regione Abruzzo: D’Alfonso annuncia l’erogazione di 40 milioni di euro per i nuovi mezzi

Trasporti regione Abruzzo: D’Alfonso annuncia l’erogazione di 40 milioni di euro per i nuovi mezzi

Oggi all’Aquila, si è svolta una Convention denominata “E’ utile. E’ TUA” per fare il punto della situazione riguardo i trasporti abruzzesi

Mille e seicento dipendenti; 697.613 euro di utile netto di esercizio; 26.500 milioni di viaggiatori serviti con vettori su gomma e su ferro, su un totale di 35 milioni di kilometri percorsi.

Sono i questi i numeri di TUA – Trasporto Unico Abressese – riassunti dal presidente della Regione Luciano D’Alfonso che oggi, all’Aquila, ha partecipato alla Convention 2017 “È utile. È TUA”, organizzata dalla Società di Trasporto Unico Abruzzese. Hanno partecipato, tra gli altri, il Sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, il Presidente di TUA Tullio Tonelli e il consigliere regionale con delega ai trasporti Camillo D’Alessandro.

“In questo anno di esercizio” ha detto D’Alfonso, “abbiamo cercato e creato le condizioni per consentire la riduzione della contribuzione pubblica, cui ha fatto riscontro l’innalzamento della qualità di servizio e l’aumento dell’utile di esercizio”. Il Presidente della Regione ha poi reso noto che presto saranno messi in campo 40 milioni di euro individuati di concerto con il ministero delle infrastrutture, che saranno utilizzati per rinnovare il parco rotabile composto oggi di oltre mille vettori sia su gomma che su ferro, che TUA ha intenzione di rinnovare per abbassare l’età media dei mezzi. “Sono più che soddisfatto dei risultati di questa azienda”, ha detto Luciano D’Alfonso, “e pianamente consapevole che il rating della qualità di vita delle città deriva dalla qualità del’offerta del servizio di trasporto pubblico”.

“Ho chiesto a Tua”, ha concluso, “di estendere il raggio del servizio nelle città capoluogo oltre le ore 24, in ragione delle mutate esigenze trasportistiche avvertite da una parte dell’utenza compiuta soprattutto da giovani e studenti universitari”.

Nessun Commento

Inserisci un commento