Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


05/24/2018
HomePescaraCronaca PescaraVia Lago di Borgiano, AGGIORNAMENTI

Via Lago di Borgiano, AGGIORNAMENTI

Via Lago di Borgiano. Il COC si sposta al Palazzo ex INPS. Continuano a ritmo serrato le verifiche INPS necessarie a procedere alle assegnazioni. Blasioli: “Entro domani contiamo di procedere”

Il vice-sindaco Antonio Blasioli è tornato a parlare per aggiornare sulla situazione relativa alle palazzine ed alla crisi di Via Lago di Borgiano. Ecco le sue parole, contenute dal comunicato stampa del Comune di Pescara:

“Si prosegue senza sosta al Coc sull’emergenza post sgombero delle tre palazzine di via Lago di Borgiano. Il centro per avere maggiore prossimità agli uffici è stato trasferito con una integrazione all’ordinanza istitutiva del Centro Operativo Comunale nel palazzo ex Inps, al secondo piano, accanto all’ufficio del vice sindaco Antonio Blasioli ed osserverà orario dalle 8.00 alle 20.00.
Parallelamente gli uffici delle Politiche della casa hanno quasi definito il lavoro di incrocio dei dati con il sito dell’INPS per le verifiche relative alle condizioni degli assegnatari, giunte a 195 sul totale di 235 occupanti. Si tratta di un passaggio determinante per dare ulteriore certezza alla graduatoria che verrà stilata secondo i criteri individuati dalla delibera di Giunta per gestire l’emergenza, che prevede appunto preferenza, tra le famiglie assgnatarie legittime e non in mora, per quelle famiglie con persone con pensione di invalidità, anziani e minori.
Domani nelle prime ore della giornata si conta di chiuedere con la graduatoria da cui si attingerà nell’ordine per l’assegnazione delle case Ater. Proprio per questo la graduatoria sarà sottoposta a validazione da parte di Ater. Forse già in serata l’assegnazione delle prime case provvisorie.
Domani alle 9.00 è prevista anche una riunione del COC, integrato da Ater, Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Vincenzo Palano e assistenti sociali per comprendere le condizioni dettate da Labortech che ha eseguito i controlli sulle tre palazzine per accedere agli alloggi. All’esito verrà stilato un calendario di accesso con le famiglie che prevede la ricognizione interna e al termine la riconsegna delle chiavi.
Si continua a lavorare invece con gli altri uffici per comprendere se sia possibile applicare in questo caso un istituto simile al CAS contributo autonomo di sistemazione utilizzato per le famiglie che hanno trovato autonomamente degli appartamenti in affitto, anche prima dell’esame del riconoscimento dell’emergenza regionale.
Confermato infine al 14 luglio l’inizio dei lavori di ristrutturazione dei 46 appartamenti Ater che potranno essere progressivamente assegnati agli aventi diritto, stiamo facendo di tutto per ridurre al minimo i grandi disagi di quella che è un’emergenza senza pari per la nostra città, un’emergenza che viene affrontata con grande dignità e collaborazione da tutte le famiglie”.

Nessun Commento

Inserisci un commento