Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


05/27/2018
HomeMarsicaElezioni Avezzano, Di Pangrazio promette battaglia

Elezioni Avezzano, Di Pangrazio promette battaglia

Il candidato sindaco Giovanni Di Pangrazio e la sua coalizione promettono di impugnare il dispositivo della Commissione Forgillo, che ha regalato la maggioranza dei seggi alla coalizione di Gabriele De Angelis.

Non si arrende al dispositivo del Presidente del Tribunale di Avezzano Eugenio Forgillo, il sindaco uscente Giovanni Di Pangrazio. Il candidato, perdente al Ballottaggio ma con numeri vicini alla vittoria secca direttamente al Primo Turno, ha infatti reso noto che, insieme alla sua coalizione, contesterà il verbale-Forgillo, che ha assegnato soltanto 6 (più quello del sindaco uscente stesso) seggi sui 24 totali ad una coalizione in grado di prendere il 51% dei voti alla prima tornata. Chiaro, al riguardo, il messaggio che Di Pangrazio ha lasciato passare: “Queste decisioni alimentano la sfiducia dei cittadini, siamo pronti al ricorso e ad attuare tutte le azioni possibili per far sì che venga applicata la legge e rispettata la volontà di ben 12.633 votanti, che si sono chiaramente espressi“.

Senza dilungarsi troppo su ragionamenti tecnico-legislativi più idonei ad altre sedi, Centralmente.com riporta che Gianni Di Pangrazio non si arrenderà e porterà avanti la sua battaglia per l’equo numero di seggi che, secondo i numeri del primo turno, spetterebbe alla sua coalizione. A conslusione del suo messaggio di battaglia, Di Pangrazio ha infatti spiegato che “proseguiremo nella nostra azione per la Città, su tutti i fronti. Il presidente della Commissione avrebbe dovuto esclusivamente applicare la legge e riportare i numeri indicati nei verbali, come accaduto a Maddaloni e Lecce, e non improvvisare personali valutazioni.

Va precisato inoltre che, dovessero spettare alla coalizione di Di Pangrazio i seggi corrispondenti ai voti ricevuti al Primo Turno (circa il 60% grazie al premio di maggioranza), per il sindaco eletto Gabriele De Angelis si instaureerebbe una situazione di autentica ingovernabilità.

A mettere il punto definitivo alla disputa ed a pronunciarsi sull’eventuale ricorso, a questo punto, dovrebbe essere il TAR competente, quello d’Abruzzo con sede all’Aquila (come avevamo ampiamente anticipato, nella nostra analisi prima della sentenza di Forgillo, qui). Resta fermo, ovviamente, quanto affermato da Gabriele De Angelis subito prima del verbale del Presidente del Tribunale di Avezzano: non dovesse avere la maggioranza dei seggi al Consiglio Comunale, il sindaco eletto darebbe le immediate dimissioni.

Insomma, ad Avezzano le elezioni sono già lontane e la sentenza di un giudice è comparsa, eppure il finale di queste Amministrative 2017 sembra ancora tutto da scrivere.

Nessun Commento

Inserisci un commento